Podofilia: quando sono i piedi a farti impazzire di piacere

La Podofilia, o feticismo del piede, è un aspetto della sessualità umana, che consiste nell'intenso desiderio sessuale - prevalente o esclusivo - nei confronti dei piedi. 

Talvolta questa parafilia, assai diffusa sia nel mondo eterosessuale che in quello omosessuale, si manifesta in persone che esprimono la propria sessualità nella forma della sottomissione.

Nell'arco della storia, infatti, la lavanda dei piedi è sempre stata considerata un'umiliazione: nell'antica Roma era compito degli schiavi lavare i piedi dei loro padroni, così come molti sovrani erano soliti farsi baciare i piedi dai propri sudditi in segno di supremazia nei loro confronti.

Nonostante il feticismo dei piedi sia spesso accostato al sadomasochismo e al BDSM, secondo gli studiosi non esiste una correlazione tra questi due aspetti della sessualità. Non è raro trovare soggetti dominanti con un interesse per i piedi, e molto diffusi sono pure i casi in cui il feticista rivolge la sua attenzione esclusivamente al piede, concentrando il suo interesse in quest'unica "direzione". Una grande parte dei feticisti del piede ha una considerazione per i piedi identica, quindi aggiuntiva, a quella per le classiche zone erogene.

Molti studiosi si chiedono se considerare la pratica del feticismo, nelle sue svariate forme, come una deviazione sessuale patologica. Tuttavia, è ormai opinione diffusa che questa pratica, se non riveste carattere di esclusività nella sfera sessuale (ossia senza la quale il soggetto non riesce a trarre piacere, o a raggiungere l'orgasmo), rappresenta in molti soggetti un modo come un altro per rendere più intrigante il rapporto con il partner. Alcuni casi legati al feticismo dei piedi sono presenti nella stessa Psychopathia sexualis di Kraft-Ebing.

Nel 1995, tre ricercatori del Dipartimento di Sociologia della Indiana University hanno pubblicato un articolo, sul Journal of Sex Research, con i risultati di uno studio condotto su 262 uomini gay e bisessuali, attratti dai piedi maschili. Dei 262 soggetti intervistati, 89 hanno riferito uno o più episodi che, a loro avviso, spiegherebbero lo sviluppo del loro feticismo. La maggioranza dei soggetti ricorda esperienze vissute durante l'infanzia, avute tramite il contatto fisico con i piedi di figure maschili di riferimento, come il padre, lo zio o il fratello maggiore.

Uno studio del 2007 dell'Università di Bologna ha dimostrato come per i feticisti l'attrazione dei piedi superi quella delle natiche o dei seni delle donne. E' stato anche dimostrato come il feticismo del piede abbia avuto la massima diffusione durante l'epidemie di sifilide del XVI e del XIX secolo e l'epidemia di AIDS nel XX secolo, come pratica di sesso sicuro.

Per un feticista del piede, i punti d'attrazione includono la forma e le dimensioni dei piedi e delle dita (dita affusolate, dita tozze, unghie smaltate, arcate plantari alte, piante, ecc.), gioielli (anelli, cavigliere, ecc.), trattamenti (come il pedicure o il massaggio), calzature (piedi nudi, sandali, infradito, tacchi a spillo, collant, ecc.), odore e/o interazione sensoriale (annusando, leccando, baciando, solleticando, mordendo, succhiando le dita ecc. ecc.).

Con la locuzione inglese foot worshipche significa culto del piede, si indicano diversi giochi sessuali legati al feticismo del piede, tra cui gli atti di leccare, baciare, o annusare i piedi del proprio partner.

Alcuni esempi sono:

  • il tickling che consiste nel solleticare i piedi del proprio partner;
  • il footjob che consiste nella masturbazione effettuata con i piedi del proprio partner;
  • lo sniffing che consiste nell'annusare i piedi del proprio partner, spesso sudati e maleodoranti;
  • il licking che consiste nel leccare i piedi del proprio partner.

Le pratiche più umilianti, spesso collegate al sadismo, al masochismo e al BDSM, sono:

  • il feeding from feet che consiste nel mangiare afferrando il cibo direttamente dai piedi del proprio partner;
  • il trampling che consiste nel farsi calpestare. La pratica si può svolgere sia a piedi nudi che indossando calzature sportive, scarpe con tacchi alti o stivali;
  • il toejam eating che consiste nel mangiare fango o la sporcizia accumulata tra le dita dei piedi del proprio partner.
Condividi Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Inline
Inline