Strasburgo condanna l’Italia per il 41bis a Provenzano

La Corte Europea dei Diritti Umani ha condannato l'Italia perché decise di continuare ad applicare il regime del carcere duro del 41 bis a Bernardo Provenzano, dal 23 marzo 2016 alla morte del boss mafioso.

Secondo i giudici, il Ministero della Giustizia italiano ha violato il diritto dell'uomo a non essere sottoposto a trattamenti inumani e degradanti. Allo stesso tempo, la Corte ha affermato che la decisione di continuare la detenzione di Provenzano non ha leso i suoi diritti.

Condividi Share on Facebook
Facebook
7Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Inline
Inline