Direzione Investigativa Antimafia

La Direzione Investigativa Antimafia (DIA) è un organismo investigativo composto da personale specializzato a provenienza interforze, con il compito esclusivo di assicurare lo svolgimento coordinato delle attività di investigazione preventiva attinenti alla criminalità organizzata e delle indagini di polizia giudiziaria relative esclusivamente a delitti di associazione mafiosa.

Al vertice della DIA è preposto un direttore scelto a rotazione tra i dirigenti della Polizia di Stato e gli ufficiali generali dell’Arma dei Carabinieri e del Corpo della Guardia di Finanza. Lo stesso si avvale della collaborazione di due vice direttori che hanno il compito di sovrintendere rispettivamente alle attività operative e a quelle amministrative.

La struttura centrale di supporto si compone di una divisione di Gabinetto, tre reparti (Investigazioni preventive, Investigazioni giudiziarie e Relazioni internazionali ai fini investigativi) e sette uffici. La DIA si avvale anche di un’articolazione periferica strutturata su dodici centri operativi e sette sezioni distaccate che, attraverso una ripartizione definita, hanno competenza sull’intero territorio nazionale.

Tra gli obiettivi strategici perseguiti assume particolare rilievo il contrasto alla forza economico-finanziaria della criminalità organizzata. A tal fine si opera aggredendo gli ingenti patrimoni illecitamente accumulati che, attraverso uno specifico percorso normativo, sono restituiti all'utilità collettiva e contrastando la penetrazione della criminalità organizzata nel tessuto economico e imprenditoriale.

Condividi Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Inline
Inline