Elyse Marie Pahler, uccisa e stuprata in omaggio a Satana

Di Lara Vanni

 

Siamo nel luglio del 1995, in California. Elyse Marie Pahler è una giovane adolescente attiva nello sport, attrice nel teatro del paese e membro del coro della Chiesa.

Il corpo nudo della ragazza, che all'epoca dei fatti aveva solo 15 anni, viene ritrovato 8 mesi dopo la scomparsa in uno stato avanzato di decomposizione. Il cadavere è adagiato su di un pentacolo riportante scritte che dichiarano l'offerta della sua anima al diavolo.

Il giorno della sua scomparsa Elyse crede di fare una gita con i suoi “amici” nella foresta, trascorrendo il fine settimana a bere alcolici e fumare, ma arrivati nel luogo designato la ragazza trova un altare sacrificale.

I suoi aggressori sono: Joseph Fiorella (15 anni), Jacob Delashmutt (16 anni) e Royce Casey (17 anni). I tre fanno parte di un gruppo death metal chiamato Hatred e non hanno alcun precedente penale.

Da sinistra: Joseph Fiorella, Jacob Delashmutt e Royce Casey

Elyse si accorge subito di quanto di lì a poco le avrebbero fatto e comincia ad invocare Dio e la madre. A quel punto, i tre giovani la soffocano lentamente con una cintura tenendola ferma per terra, poi la accoltellano dodici volte alla nuca con un coltello da caccia.

Per mesi i giovani si ritrovano nel luogo in cui si trova il cadavere, ascoltando musica death metal e consumando rapporti sessuali con il corpo della giovane. Royce Casey, però, crolla dopo poco tempo e il 13 marzo 1996 si costituisce alla polizia. Aiuta lo sceriffo nel ritrovamento del cadavere, accompagnandolo in quella radura della foresta.

Il ragazzo afferma di collaborare in quanto sostiene di “aver trovato nuove credenze religiose” e di temere che gli altri l'avrebbero ucciso, se lo avessero incontrato. Casey, infatti, sostiene quanto affermato da una canzone degli Slayer:

"If you’re not with us, you may no longer exist."

"Se tu non sei con noi, non puoi vivere a lungo."

Durante la confessione, i ragazzi rivelano il motivo per cui hanno scelto proprio Elyse:

"I suoi capelli biondi, i suoi occhi azzurri e la sua verginità facevano di lei un sacrificio gradito al diavolo."

La motivazione di quel terribile scempio lascia esterrefatti: hanno compiuto quel delitto “per ricevere dal diavolo il potere di suonare meglio la chitarra”, per essere capaci di suonare “più pazzamente e più duramente” e “diventare professionisti”.

All'epoca dei fatti Kara Herrick, un vicino di DeLashmutt, dichiarò che Jacob ed i suoi amici erano realmente interessati al culto del diavolo, spesso ne parlavano a scuola esaltando la loro passione per gli Slayer. Erano diventati consumatori di droghe, a scuola avevano cambiato il loro comportamento e tendevano ad isolarsi.

L'interesse crescente dei ragazzi per l'occulto era evidente, bastava guardare la vasta libreria di Joe Fiorella sull'argomento: studiava tutti i testi del satanista Aleister Crowley, soprattutto quelli in cui vengono descritti sacrifici umani. Fiorella e DeLashmutt furono indubbiamente incuriositi ed istigati a compiere rituali satanisti anche da alcuni compagni satanisti conosciuti su internet. Rapidamente quello del diavolo era diventato l'unico mondo che i ragazzi conoscevano e frequentavano quotidianamente.

Fiorella iniziò a concentrarsi veramente sull'occultismo quando si rese conto che i suoi amici erano desiderosi di mettere in pratica quello che sapevano. Alla fine la sua profonda conoscenza della materia fece sì che, pur essendo il più giovane del gruppo, diventasse il loro capo.

Casey confessò alla polizia che avevano commesso atti di vandalismo in alcuni cimiteri, disegnando sulle tombe simboli satanici e rubando oggetti vari. La sua famiglia aveva notato che l'adolescente era tutt'altro che felice: passava giornate intere chiuso nella sua camera da letto, scrivendo sul suo diario che aveva cominciato proprio nel giorno della scomparsa di Elyse Pahler. In esso veniva palesata l'intenzione di costruire un altare sacrificale e che la morte di una vergine rappresentava il sacrificio più importante.

I tre giovani assassini a scuola parlavano spesso di quel rituale di sacrificio a Satana, per questo gli studenti del liceo non furono sorpresi dal fatto che DeLashmutt, Casey e Fiorella fossero stati arrestati. Da tempo, infatti, sospettavano cosa fosse successo alla povera Elyse, ma avevano paura di dirlo alle autorità.

Il 16 settembre 1996 , i ragazzi si dichiararono colpevoli di stupro e omicidio.

Fiorella e DeLashmutt furono condannati al massimo della pena (26 anni per i minorenni), mentre a Casey, giudicato come un adulto, la sentenza riservò l'ergastolo.

La famiglia della giovane decise di fare causa anche alla band metal degli Slayer, le cui canzoni parlano spesso di rapimento, omicidio e necrofilia, in modo da poter raggiungere velocemente l'Inferno.

© Riproduzione riservata

Nessun commento ancora

Lascia un commento

Inline
Inline