Archivio mensile : novembre 2013

Il poliziotto cannibale: conosce un uomo in chat, lo invita a cena e lo divora

"L'ha voluto lui. Diceva che sin da piccolo immaginava di venire ucciso e poi mangiato..." Si è difeso così un poliziotto tedesco che è stato arrestato con un'accusa terrificante. L'agente, 55 anni, avrebbe ucciso e smembrato in piccoli pezzi il corpo di un uomo, conosciuto su un sito internet dedicato al cannibalismo. L'uomo ha confessato…
Per saperne di più

La mafia minaccia i pm, la tv se ne infischia

Diceva Paolo Borsellino: “Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene”. Purtroppo, parole al vento.  Per la tv le mafie non esistono, se ne parla solo quando vi sono fatti tragici o quando un libro diventa un successo: avere ospite chi lo ha scritto garantisce ascolto. Recentemente solo, l’interessante trasmissione di…
Per saperne di più

Mafia: l’eredità di Paolo Borsellino rifiutata dalla Polizia di Stato?

Due giorni fa, è accaduto un fatto che è passato quasi completamente sotto silenzio. Un fatto, per quanto mi riguarda, di una gravità inaudita. Nell'udienza del processo cosiddetto "Borsellino Quater", quello agli esecutori materiali della strage di Via D’Amelio, sono stati chiamati a testimoniare tre dirigenti della Polizia di Stato, che formavano, insieme al loro…
Per saperne di più

A Riardo “Una Giornata per la Legalità”, premiata l’Associazione Scena Criminis

Domenica prossima, 1 Dicembre 2013, si svolgerà la manifestazione  "Una Giornata per la Legalità", organizzata dalla Scuola Mameli diretta da Loredana Lanna di Sparanise, in collaborazione con la Pro Loco di Riardo, luogo in cui si svolgerà l'evento. La Cerimonia sarà dedicata alla memoria del  Capitano dei Carabinieri Vittorio De Stasio, scomparso insieme al padre Maurizio,…
Per saperne di più

Nuova faida di Camorra: 5.000 euro per uccidere un rivale

5.000 euro, tanto costa un morto eccellente nel rione Sanità, specie se l’omicidio viene consumato il 30 dicembre, a poche ore dall'ultimo dell’anno. Retroscena di una faida, quella che per Giovanni Della Corte era molto di più: "Conquistare la Sanità, uccidere Francesco Bara, passare al controllo diretto di quella zona" Della Corte ha deciso di collaborare con…
Per saperne di più

Inline
Inline